Laboratori Adulti

Musica Originale e Composizione ApplicataArrangiamento e Produzione MusicaleLive & Studio Performance

E’ ritenuto dalla critica specializzata “uno dei più importanti musicisti italiani di sempre”: pianista, tastierista, compositore, arrangiatore, orchestratore, direttore di coro e direttore d’orchestra, direttore artistico e produttore musicale, ha avuto rapporti artistici e collaborazioni con grandi artisti e protagonisti del Progressive italiano, tra i quali Francesco Di Giacomo e Rodolfo Maltese del Banco.
Ha studiato pianoforte con Luciana Ricotti, composizione con Paolo Giuliani, Giampaolo Chiti, Alessandro Sbordoni, Giancarlo Bizzi, musica elettronica con Michelangelo Lupone, direzione di Coro con Giorgio Kirschner.
Primo assoluto ai concorsi per l’abilitazione all’insegnamento nel 1985, ha realizzato importanti lavori nel campo degli audiovisivi (Biennale di Venezia 1986), della discografia e della danza.
Oltre ai tanti lavori realizzati come autore, arrangiatore e produttore artistico per altri artisti e case discografiche (come Patty Pravo, Anonimo Italiano, BMG, Sony, Fonit Cetra, CNI) è autore di 7 lavori personali con i quali è riuscito a ritagliarsi uno spazio notevole a livello internazionale, grazie anche alla critica specializzata che lo tiene in grande considerazione in tutto il mondo. La rivista francese Big Bang lo definisce “…au rang des plus grands compositeurs du nouveau siècle”
È stato inserito nell’enciclopedia L’Italia del Rock con il brano La vita che grida ed è presente, nonostante la componente sinfonica delle sue composizioni, anche nella Enciclopedia do Rock Progressivo del Brasile, nonché citato nella Enciclopedia del Rock Italiano, nel libro Le petit monde du Rock Progressif Italien e presente nel libro Solchi sperimentali – Italia; è considerato, dal Centro Studi per il Progressive Italiano, “l’apripista della rinascita del Progressive in Europa” e uno dei maggiori rappresentanti del Rock Sinfonico e del Sinfonismo Moderno.
Ha composto e realizzato colonne sonore e musiche per film (collaborando con registi quali Luciano Emmer, Giorgio Treves, Alessandro Di Robilant, Carlo Lizzani, Giambattista Assanti, Enrico Caria, Francesca Pirani, Iole Natoli), colonne sonore per opere coreografiche rappresentate anche al Teatro dell’Opera de Il Cairo, pubblicità nazionali (come Agip, Esso, Nestlè, Curcio, Ina-Assitalia), eventi e rubriche televisive sia per la RAI che per le reti MEDIASET (tra le tante, la sua sigla di “Appuntamento al cinema” dell’Anicagis è andata in onda per ben 26 anni su tutte le reti RAI, sia radiofoniche che televisive). Ha ideato e realizzato in qualità di autore, compositore, direttore artistico e regista, lavori multimediali, tra i quali L’unicorno dal corno d’oro in collaborazione con l’artista Bimba Landmann.
Svolge da anni una ricerca che lo ha portato nel 2003 a scrivere un importante articolo sulla rivista di psichiatria Il sogno della farfalla, intitolato “Oltre i suoni materiali”, nel quale affronta la musica come esperienza psichica, approfondendone l’aspetto comunicativo interumano: è proprio da queste ricerche, fuse con la propria esperienza personale di musicista, che è nata l’idea dell’originale metodo di formazione e sviluppo del pensiero musicale (il metodo ANORA), che ha dato vita al libro “Il pensiero e il suono” e al recente secondo libro “Il suono ritrovato”, ormai alla sua IV edizione, un vero e proprio vademecum per ogni musicista o semplice appassionato, oltre che, ovviamente, strumento indispensabile per formatori e insegnanti.
E’ stato invitato in diversi istituti scolastici e biblioteche di Roma e del Lazio a spiegare o applicare il metodo ANORA (acronimo di Approccio NOn RAzionale), sia agli adolescenti che ai bambini, con l’idea di proporre una nuova visione della musica e della didattica musicale.
E’ direttore dei Laboratori di Musica Originale e Composizione Applicata, di Arrangiamento e Produzione Musicale e di Live & Studio Performance: i Laboratori, che hanno anche ricevuto i prestigiosi patrocini della SIAE e dell’IMAIE, hanno iniziato le loro attività nel 2000 presso il Conservatorio L. Refice di Frosinone, per poi diffondersi in diverse scuole di Roma, fino ad approdare, nel 2010, alla SPMT. Altre info su www.tonycarnevale.it