Banda

Insegnanti

Descrizione

Suonare è bello, suonare insieme agli altri è ancora più bello!
La banda è un modo di fare musica d’insieme dal fascino tutto particolare: c’è la possibilità di andare in giro a suonare, divertirsi, conoscere gente con la tua stessa passione per la musica. Dal divertimento si impara e la motivazione aumenta…

La banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio – BSPMT – nasce nel 1977, da un’idea di Tommaso Vittorini, e in oltre trenta anni di attività ha collezionato esperienze, avventure, viaggi e soprattutto tanta, tanta musica. Molti i Maestri che si sono succeduti alla direzione della Banda dopo Tommaso Vittorini: Franco Scialdone, Stefano Pogelli, Marco Tiso. Dal 1986 la banda è diretta da Silverio Cortesi.

Il repertorio
Il repertorio accumulato in questi anni (parzialmente raccolto in due CD), è molto ricco e vario: musica mediterranea, etnica, ballabili, canzone classica e folk, canzone pop e d’autore, musica originale scritta per la BSPMT, colonne sonore, standard jazz, musica latina, marce, musica classica, musica d’occasione. Ce n’è veramente per tutti i gusti.
Da un repertorio così ampio emerge la filosofia della banda: massima apertura a tutti i generi musicali!

Un discorso a parte merita il progetto Fogli Volanti, che fonde le sonorità della Banda a quelle del coro Inni e Canti di Lavoro e di Lotta di Giovanna Marini.
Con Fogli Volanti, banda e coro si sono esibiti in molte occasioni, hanno inciso due CD e partecipato con un brano al CD Il Fischio del vapore di De Gregori – Marini

Concerti ed eventi
Impossibile elencare i concerti e gli eventi culturali e sociali a cui la Banda ha preso parte e a volte ha promosso: nei parchi e nelle piazze della città, all’Auditorium Parco della Musica, negli Ospedali, nelle Carceri, i tanti concerti per la festa del 1° maggio, i concerti nelle scuole, le partecipazioni teatrali (dal Festival di Avignone al teatro Argentina con Pippo del Bono), le tournée in Italia e all’estero.

La Banda di Testaccio ha fatto divertire e si è divertita veramente tanto, avvicinando alla musica un pubblico vario: dai passanti occasionali dei concerti in strada al pubblico attento delle occasioni più formali.

Metodo di lavoro online
il Maestro fornisce partiture PDF e basi audio per lo studio a casa. Il materiale risiede su uno spazio dedicato su G-Drive a disposizione dei partecipanti. I bandisti dopo un periodo assegnato per lo studio individuale (con l’aiuto delle basi fornite) registrano la loro parte. Le parti vengono inviate ai “tutor” di sezione che sono scelti tra i migliori del gruppo (anche professionisti in più di un caso). I tutor ascoltano le registrazioni e danno indicazioni ai bandisti per migliorare la performance oppure dichiarano la registrazione come valida e accettabile.
– I tutor a questo punto inviano al Maestro le registrazioni raccolte che vengono implementate in una “sorta di orchestra virtuale” su software. (è possibile per chi voglia imparare affiancarsi al maestro durante il lavoro di mixaggio).
– Il giovedì si ascolta tutti insieme il risultato anche con momenti analitici (mettendo in “muto” alcune tracce ed altre in “solo”) per avere idea di che contributo ogni singolo strumentista abbia dato al suono del gruppo con la sua registrazione e il suo impegno.
– La tutoria non è una lezione, ma uno spazio di circa dieci/quindici minuti dedicati singolarmente (di persona da remoto) per discutere la qualità delle registrazioni di ritorno.

GiornoOrario
giovedì20.00 – 22.30

Link e materiali

Dischi
(acquistabili sul sito o alla fine dei concerti)

  • Nostra patria è il mondo intero
  • Azzurro mediterraneo

Libri

  • Un romanzo musicale
    La storia della Banda della Scuola Popolare di Musica di Testaccio, di Beatrice Monacelli
  • Il cantar la storia di Giovanna Marini
    Ballate e Composizioni per quartetto vocale, di Giulia Accardo
  • Mi spronava alla calma
    Breve introduzione alla teoria musicale di Piero Quarta